Sala delle Stelle 

Se anche voi sognate un matrimonio da sogno, ma avete dei dubbi su come organizzare il pranzo di nozze, questa guida fa per voi.

Si sa, organizzare un evento così importante (il vostro giorno più importante ragazzi!!!!!!!!!!, non avrete una seconda occasione) richiede tempo ma soprattutto conoscenza.

Per voi è la prima volta e affidarsi a delle persone che si prendano cura di voi, dei vostri gusti, delle vostre esigenze è fondamentale, in poche parole qualcuno che vi capisca.

Gli aspetti da affrontare sono tanti, questa semplice informativa riguarda in particolare modo il banchetto nuziale, in seguito potremmo approfondire tanti temi dalla gestione dei buffet, al come calcolare il giusto budget, all’open bar, ecc.

Mi presento, sono Eugenio Mascagni, sono il responsabile di sala di Casa Mascagni

Dopo il diploma alberghiero, gli anni universitari, tanti corsi di specializzazione in Barman, Sommelier, Maitre d’hotel ed esperienze in strutture rinomate della banchettistica, ho iniziato ad occuparmi del servizio, della preparazione dei pranzi nuziali.

Dapprima affiancando mio padre, dalla cui esperienza fatta sul campo in tanti anni ho potuto cogliere tante sfumature che fanno la differenza in un servizio

Il nostro ristorante è stato  aperto dai miei nonni nel 1963, dagli anni 70 mio padre ha iniziato a dedicarsi ai banchetti,  con una proposta gastronomica sempre innovativa. Inizialmente quelli più piccoli come battesimi, cresime in seguito anche matrimoni, eventi, congressi.

In tutti questi anni abbiamo servito davvero tante persone, questo ci ha permesso di accumulare una grande esperienza, che abbiamo deciso di riassumere in questa breve guida per aiutare le coppie di sposi ha fare la scelta giusta.

Ma come deve essere il banchetto perfetto?

Rispondere a questa domanda non è semplice

La risposta alla nostra domanda allora potrebbe essere dipende, si ma da cosa?

Nella nostra esperienza abbiamo avuto coppie che consideravano il buffet come la soluzione a tutti i problemi (come ad esempio il fatto che gli invitati si possono stancare a stare troppo seduti)

E altre che non volevano sentir parlare neanche per radio di un buffet.

Pensate ai matrimoni a cui avete partecipato,  

Aver partecipato a matrimoni troppo noiosi perché tra una portata e l’altra passava troppo tempo, sicuramente non è un buon ricordo,

Oppure a cene buffet dove non sono state previste sedute per tutti gli ospiti,

Possono gravemente condizionare la vostra scelta, in quanto in tutte e due le situazioni le location non hanno rispettato alcune semplici “regole”

Già ma quali sono queste regole?

 

Intendiamoci non è che ci siano delle regole scritte, magari ci sono per un banchetto ufficiale a corte della regina Inglese, ma per il resto ognuno interpreta come meglio crede.

E allora come ci orientiamo?

Semplice, affidandosi a chi fa questo mestiere con passione da tanti anni, chi troverà sempre una soluzione nel vostro interesse, chi è dalla vostra parte perché in primis vi capisce.

Capiamo bene le ansie, le preoccupazioni, le paure che provate nell’organizzare un evento cosi importante.

Tutti vogliono che il proprio matrimonio sia perfetto, unico ed indimenticabile, con l’augurio che tutti gli invitati trascorrano una piacevole giornata.

Ma andiamo con ordine, un matrimonio che si rispetti inizia con un aperitivo di benvenuto.

Nella bella stagione si può organizzare un ricco buffet nei giardini di Casa Mascagni, oppure nella terrazza naturale a bordo piscina, bisogna anche avere un “piano B” in caso di pioggia, 

In questo caso mettiamo a disposizione due strutture, la sala della palme oppure la sala delle stelle, in questo modo potrete avere un bel buffet che in caso di brutto tempo si svolgerà comunque in sale con ampie vetrate, permettendovi di godere del nostro giardino

Un accorgimento importante anche per i matrimoni invernali-autunnali sempre più in aumento anche per le condizioni economiche più vantaggiose rispetto alla primavera-estate.

Il segreto per un buffet di sicuro effetto sta nel disporre un buffet a Isole

Per isole si intendono dei tavoli tematici come l’isola dei fritti, l’isola dei salumi, ecc; questo per dare un ricco assortimento di portate ai vostri ospiti, ma soprattutto perché rispetto al classico tavolo lungo non si formano code, molto fastidiose per gli ospiti

Importante è prevedere anche zone per i piatti e bicchieri sporchi, ma soprattutto che ci siano sedute in numero consono al totale dei vostri ospiti.

Se scegliete come soluzione un buffet rinforzato che comprende anche antipasti allora ogni ospite deve avere una seduta e uno spazio di appoggio, se si tratta di un buffet solo aperitivo allora si calcola metà ospiti.

Se il buffet è completo con show cooking, i vostri ospiti saranno ancora più colpiti.

Ma veniamo al menu vero e proprio

Qui l’eterno dilemma è pesce, carne o un mix tra i due?

La risposta è: dipende.

Dipende dai vostri ospiti, se sapete già che il pesce nella maggioranza degli ospiti non riscontra un grande apprezzamento allora sarà il caso di spostarci più sulla carne.

L’antipasto rappresenta una delle portate più importanti

Si sa di ogni cosa l’inizio e la fine sono le situazioni che ci ricordiamo,

Nel nostro caso il primo approccio è con gli antipasti, 

Questo è forse il segreto più  importante, avere un antipasto curato, assortito vuol dire conquistare già i vostri invitati, infatti con un inizio di qualità, la buona impressione è assicurata.

 

Molte coppie scelgono di servire l’antipasto a buffet, può essere una buona idea, se organizzata bene come vi ho spiegato nella parte dedicata all’ aperitivo.

Un buffet di antipasti prevede isole per gli antipasti freddi, caldi, isole finger food (preparazione pronte da mangiare come tartare di manzo, involtini di zucchine con mousse, ecc),

Isole dei fritti, isole dei formaggi, isole del pesce

Nel caso invece servite gli antipasti a tavola, noi abbiamo creato la sinfonia di antipasti ovvero non un unico antipasto ma una serie di piccoli assaggi di diverse portate che assicurano molta varietà nei gusti (il nostro classico vitello salmonato con zucchine julienne o le rinomate lumache al bacon solo per citarne alcuni)

Bisogna prevedere anche un ripasso delle portate.

Un altro segreto molto importante sta nei tempi del servizio

Non bisogna ovviamente correre nel servire i piatti, ma non bisogna far passare troppo tempo tra una portata l’altra.

Questo è un aspetto molto importante, nessuno vorrebbe che i propri invitati abbiamo l’impressione che i camerieri hanno fretta di finire il servizio, ma neanche che gli ospiti si addormentino aspettando il risotto!!!!!

Per quanto riguarda i primi e i secondi andrebbero sempre serviti a tavola per garantire la corretta temperatura di servizio delle portate.

Se scegliete di servire del pesce, il segreto sta nel mettere piatti dove i pesci sono “puliti” (non è simpatico vedere ospiti che litigano con l’astice) e soprattutto una valida alternativa tra pesce e carne, magari spezzando con un sorbetto o buffet di sorbetti in giardino.

La scelta dovrebbe essere di due primi e due secondi, cosi facendo garantite una buona varietà, soddisfano tutti gli ospiti

Per quanto riguarda i dolci, la confettata, la torta nuziale abbiamo una dolce guida dedicata.

Spero che questa piccola guida possa aiutarvi a orientarvi meglio nella scelta del menu perfetto,

Che insieme ad un valido professionista e alla vostra fantasia renderanno il vostro giorno

Indimenticabile

Eugenio Mascagni